il silenzio uccide

#Sedriano, voi dov’eravate?

Oggi pomeriggio eravamo a Sedriano. Noi studenti antimafiosi della Statale di Milano. WikiMafia, Stampo Antimafioso, OndAntimafiosa (dal mare forza 7 del viaggio a Palermo, per intenderci). Gli altri giovani dell’antimafia lombarda (quelli sempre in prima fila quando c’è da sventolare una bandiera, per intenderci)? Non pervenuti. Eravamo gli unici. Fortuna che c’erano quelli degli altri movimenti.

Ma la cosa triste è un’altra: non erano pervenuti nemmeno i cittadini di Sedriano, che di tutto il corteo nella manifestazione erano un’esigua minoranza. Erano rintanati in casa e ci guardavano come se fossimo alieni: vedevi le facce dei mafiosi che ti guardavano con disprezzo. E tu ricambiavi con un sorriso. Una risata li seppellirà.

L’indifferenza, però, seppellirà Sedriano e tutta la Lombardia. Se poi ci mettiamo anche le divisioni di parrocchia dell’antimafia (organizza tizio, quindi io caio non mi faccio vedere, gnè gnè), buonanotte.