pierpaolofarina

All articles by pierpaolofarina

 

Sonetto 116

Let me not to the marriage of true minds Admit impediments. Love is not love Which alters when it alteration finds, Or bends with the remover to remove: O no; it is an ever-fixed mark, That looks on tempests, and is never shaken; It is the star to every wandering bark, Whose worth’s unknown, although
Continua a leggere...  

The Road not Taken

Two roads diverged in a yellow wood, And sorry I could not travel both And be one traveler, long I stood And looked down one as far as I could        To where it bent in the undergrowth;                   Then took the other, as just as fair,    And having perhaps the better claim,            Because it was
Continua a leggere...  

Prati

Forse non è nemmeno vero quel che a volte ti senti urlare in cuore: che questa vita è, dentro il tuo essere, un nulla e che ciò che chiamavi la luce è un abbaglio, l’abbaglio estremo dei tuoi occhi malati – e che ciò che fingevi la meta è un sogno, il sogno infame della
Continua a leggere...  

Hold my Hand

Hold my hand at sunset, when the light turns off and the dark slides his cloth of stars… Hold her close when I can’t live this imperfect world… Hold my hand… take me where time does not exist… Hold her tight in hard to live. Hold my hand… on days when I feel confused… sing
Continua a leggere...  

Venti

“Ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi, altri che lottano un anno e sono più bravi, ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi, però ci sono quelli che lottano tutta la vita: loro sono gli indispensabili.“ (Bertolt Brecht)   Questa è stata scattata il 14 settembre di
Continua a leggere...  

Sonetto 73

In me tu vedi quel periodo dell’anno Quando nessuna o poche foglie gialle ancor resistono su quei rami che fremono contro il freddo, nudi archi in rovina dove gioiosi cantarono gli uccelli. In me tu vedi il crepuscolo di un giorno che dopo il tramonto svanisce all’occidente e a poco a poco viene inghiottito dalla
Continua a leggere...  

#MIA15, consigli per gli acquisti

Rieccoci, ristorati dalle vacanze. Diciamo che non è che abbia proprio staccato la spina, anzi, sono riuscito a far polemica con il Sindaco di Camerota, località marittima dove vado in villeggiatura con la famiglia da 20 anni, scatenando un putiferio sui giornali locali e non solo (maggiori info qui). Nulla di paragonabile alla oramai celeberrima polemica con
Continua a leggere...  

Dodici

E’ già passato un anno. Di nuovo. In totale sono dodici. Eppure mi ricordo come se fosse appena accaduto: tu che ti esprimevi a gesti, io che non ti potevo abbracciare, troppi tubi, poi quello scafandro intorno alla testa che non ti permetteva nemmeno di baciarmi. Potevo solo tenerti la mano. Mi hai voluto vedere
Continua a leggere...  

Ciao fan di Salvini, voglio fare un gioco con te

Ciao fan di Salvini, tu che mi scrivi in privato perché non puoi farlo in pubblico (del resto il tuo leader mi ha bannato dalla sua pagina), sì, dico proprio a te. Voglio fare un gioco. E’ un gioco apparentemente semplice, anche se per te sarà molto difficile impersonare il ruolo che ti ho assegnato.
Continua a leggere...  

Confidare

Ho tanta fede in te. Mi sembra che saprei aspettare la tua voce in silenzio, per secoli di oscurità. Tu sai tutti i segreti, come il sole: potresti far fiorire i gerani e la zàgara selvaggia sul fondo delle cave di pietra, delle prigioni leggendarie. Ho tanta fede in te. Son quieta come l’arabo avvolto
Continua a leggere...  

Se io potrò impedire a un cuore di spezzarsi

Se io potrò impedire a un cuore di spezzarsi non avrò vissuto invano. Se allevierò il dolore di una vita o guarirò una pena o aiuterò un pettirosso caduto a rientrare nel nido Io non avrò vissuto invano. Emily Dickinson
Continua a leggere...  

Fiero figlio di mio padre

Mi riferiscono che alla riunione di redazione di un noto talk show politico, alla proposta di un membro della redazione di dare visibilità a MafiaMaps e alla sua campagna di crowdfunding in una puntata dedicata alle mafie, il conduttore abbia liquidato la faccenda con un: “Non sono nessuno, non li conosce nessuno“. Sì, in effetti
Continua a leggere...  

Agli amici

Cari amici, qui dico amici Nel senso vasto della parola: Moglie, sorella, sodali, parenti, Compagne e compagni di scuola, Persone viste una volta sola O praticate per tutta la vita: Purché fra noi, per almeno un momento, Sia stato teso un segmento, Una corda ben definita. Dico per voi, compagni d’un cammino Folto, non privo
Continua a leggere...  

Qui non si accettano persone normali (Elogio della Follia)

Si avvicina inesorabilmente il mio 26° compleanno e devo dire che sono molto contento. Non solo per il fatto che la folle (intesa come mia sorella) ha deciso di spendere un capitale per regalare al suo fratellino la Morte Nera di Star Wars della Lego (una roba mastodontica che sognavo tipo da quando avevo 5
Continua a leggere...  

Aquile e Volpi, istruzioni per l’uso

Tornato dal viaggio a Londra e da una tappa ad Oxford da Federico Varese (bellissima giornata, per qualche ora ho respirato aria pura, vero ossigeno per il cervello), m’è capitato sotto mano un mio vecchio libro del liceo. M’è letteralmente caduto in testa, mentre sistemavo i preziosi doni ricevuti da Varese (due gustosi numeri di
Continua a leggere...  

Un paese di fiori che sbocciano

Avevo partecipato al contest per universitari del Festival delle Lettere su mafie e corruzione: bisognava scrivere una lettera in cui si immaginava il proprio paese senza le suddette piaghe. Mattatori dell’incontro Paolo Hendel e Nando dalla Chiesa. La mia lettera era tra le finaliste. Ma nemmeno il mio mentore lo sapeva, a quanto pare. E
Continua a leggere...  

Quelle rondini di Palinuro, 14 anni fa

L’altro giorno facevo un bilancio degli ultimi 11 anni senza di te: in fondo non me la sono cavata male. Con te sarebbe stato meglio, nemmeno a dirlo, anche se a giudicare dai rispettivi caratteri, avremmo litigato senza dubbio di più. Non ho seguito le tue orme e non sono diventato quel che tu saresti voluto
Continua a leggere...  

Ciao Dante, la tua estate vive dentro di noi

Questo è il mio ricordo di Dante Franceschini, che ho inviato all’iniziativa che avevamo organizzato ad Ariccia venerdì 13 giugno scorso (Per Enrico, Per Dante, Per Esempio – perché la politica è una cosa bella). Non ho potuto partecipare a causa della scrittura tesi, che oramai sta uccidendo la mia vita sociale. PF — Cari
Continua a leggere...  

La vocazione del panino

Diceva Eugenio Montale che a questo mondo si può essere solo farciti o farcitori. Sarò fatto male, ma a me la vocazione del panino non è mai venuta. Per questo non sono solito salire sul carro del vincitore e me ne sono sempre fregato di equilibri o ipocrisie tipiche di certi salotti, che infatti non
Continua a leggere...  

I colori dell’Alba

Prima superarono le ideologie, anche perché bastava quella che aveva vinto; poi venne il turno degli ideali, perché gli idealisti non andavano da nessuna parte; dissero poi che i simboli e i valori della nostra storia erano da buttare, perché non si poteva più vivere nel passato; nel frattempo, erano venute a mancare le idee. E
Continua a leggere...  

Una vita degna di essere raccontata

Non smettete mai di protestare; non smettete mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare. Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma. Siate sempre
Continua a leggere...  

Qui ci prendiamo una vacanza

Ho disattivato il mio account facebook. Francamente, non so quando lo riattiverò. Ho deciso di prendermi una vacanza dalla miseria del mondo e dagli uomini che lo abitano. Ed essendo facebook il primo ricettacolo dei miserabili, più ci sto lontano, meglio è. Almeno in questo periodo. Ci si vede in giro.
Continua a leggere...  

Ricordate: i fiori secchi non fioriscono

Mentre mi appropinquo con fare sommesso e a piccoli passi al gran traguardo, conciliando una marea di altri impegni e cercando di accontentare tutti quelli che mi vogliono in giro per l’Italia (e non posso sempre), vedo che si moltiplicano le iniziative autoreferenziali di quelli che si ricordano Enrico Berlinguer (se va bene) una volta
Continua a leggere...  

#Berlinguer, diffidate dalle imitazioni

E’ bastato un banner pensato in pausa pranzo in 10 minuti, che ha impiegato altri 10 minuti per essere diffuso e capitalizzato, perché ricevessimo una mole spropositata di adesioni e, soprattutto, di mail per l’evento dell’11 giugno a Roma. Ce ne sono alcune bellissime, poi ci sono i classici effetti indesiderati: quello che ti scrive
Continua a leggere...  

Miserie umane

Ci sono delle ragioni di fondo sul perché io mi definisca di sinistra. Meglio, “berlingueriano praticante”. E sta alla base di quella convinzione che spinse Enrico Berlinguer a dedicare tutta la sua vita agli altri e che può ben essere riassunta nelle parole che pronunciò a Tribuna Politica, anno 1968: Noi vogliamo una società socialista
Continua a leggere...  

Quel che avrei detto su #Berlinguer

Questo è il discorso con cui avrei dovuto chiudere ieri il convegno “Berlinguer, la serietà della politica“, che si è tenuto alla Camera dei Deputati. Poiché gli “illustri” relatori precedenti hanno abbondantemente sforato il tempo a loro disposizione, non mi è stato possibile parlare. Il che l’ho trovato un tantinello irrazionale, visto che mi hanno
Continua a leggere...  

Ciao German, eri un uomo vero

Ho appreso da poco che te ne sei andato. E non riesco ancora a crederci. Perché non è giusto e perché morire così giovani, alla nostra età, lo considero contro natura. Il tuo sorriso, ecco cosa mi mancherà: quel sole che ti splendeva dentro, anche nei momenti più bui, che dava forza a noi smarriti
Continua a leggere...  

Predico male, razzolo malissimo (e ne vado fiero)

Di recente mi hanno accusato di predicare bene e razzolare male. Tralascio il contesto, per carità di patria e perché quella stessa persona, nemmeno una settimana fa, mi annoverava tra la “meglio gioventù” e mi considerava “nipote acquisito”, quindi l’accusa lascia il tempo che trova. Eppure voglio essere chiaro: io non predico bene e razzolo
Continua a leggere...  

Non ho diffamato nessuno

Ero stato querelato per diffamazione da Stefania Mulé per un articolo che avevo scritto su Qualcosa di Sinistra il 27 maggio 2012. Ne ho avuta notizia a fine febbraio, quando il 6 marzo dell’anno scorso fui ascoltato dalla polizia postale di Milano, in quanto il PM voleva sapere la mia versione dei fatti. A seguito
Continua a leggere...  

Qui dove non alberga la speranza

Dante Franceschini si sta lentamente spegnendo in una camera d’ospedale del San Camillo di Roma. Per 15 anni, insieme ad Alberto Menichelli, è stato l’angelo custode di Enrico Berlinguer. Ha 92 anni, Dante, se lo sta portando via una broncopolmonite bilaterale. Santo cielo, non sapevo nemmeno esistesse qualcosa di bilaterale in una polmonite. E’ ancora
Continua a leggere...  

#Cormons, dove le larghe intese sono all’opposizione

Immaginatevi un paese dove PD, PDL, LEGA, SEL e svariate sigle di centro sono all’opposizione e da 7 anni governa una lista civica composta da tutti ex-pci duri e puri. Fantascienza? No, si chiama Cormons, provincia di Gorizia, situata ai confini del Friuli-Venezia Giulia. Ieri, alle 18:00, mi trovavo lì perché invitato al festival letterario
Continua a leggere...  

Del Nando e dell’Ambrogio

Il mio mentore in campo antimafioso e non solo, Nando dalla Chiesa, ha ottenuto un prestigioso riconoscimento dalla città di Milano per il suo trentennale impegno contro la mafia e per quello che ha creato all’Università degli Studi di Milano. Sto parlando ovviamente dell’Ambrogino d’Oro, benemerenza cittadina ai più alti livelli. Cosa che mi ha
Continua a leggere...  

Un uomo fa ciò che è suo dovere fare

A man does what he must – in spite of personal consequences, in spite of obstacles and dangers and pressures – and that is the basis of all human morality. (Un uomo fa ciò che è suo dovere fare, quali che siano le conseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni.
Continua a leggere...  

I perfezionisti del dolce far nulla

Dunque, tra le tante cose che siamo riusciti ad ottenere, c’è anche il francobollo commemorativo per i 30 anni di Enrico Berlinguer. L’idea ce l’aveva data Antonio Lampariello, un filatelico iscritto a enricoberlinguer.it, che la bellezza di 5 mesi fa ci aveva proposto di muoverci per avere l’anno prossimo questo importante riconoscimento dallo stato italiano
Continua a leggere...  

La vita che scorre

Per gli affezionatissimi internauti, segnalo che domani a Milano, Feltrinelli di Piazza Piemonte, ci sarà la presentazione dell’ultimo libro di Emmanuelle de Villepin, La vita che scorre, con Gad Lerner. Il vostro si godrà l’appuntamento culturale rigorosamente dal lato pubblico, in modalità “relax” post-esame, nell’attesa di approdare a Roma mercoledì. Per chi c’è, ci vediamo
Continua a leggere...  

Gli occhi che brillano

Sono appena tornato da casa Bianchi, un noto avvocato milanese che da 23 anni a questa parte ogni giovedì apre la sua casa a dibattiti, spettacoli e tanto altro. Tant’è che questo appuntamento culturale settimanale gli è valso anche l’Ambrogino d’Oro, la massima onorificenza della città di Milano. Io, assieme a Martina (intesa come Panzarasa),
Continua a leggere...  

Un anno fa… tu quoque, Brute, fili mi!

Un anno fa ero sul treno per Roma, era passato nemmeno un mese dalla “botta” del fallito sbarco alla LSE, nel frattempo mi ero lanciato nella costruzione di WikiMafia e in attesa che accettassero la mia domanda di ammissione alla laurea magistrale per non perdere l’anno, mi ero concesso un viaggettino di 3 giorni nella
Continua a leggere...  

Da grande farò me stesso

A Milano sabato 9 e domenica 10 novembre, dalle ore 9.30 alle ore 19.30, in via San Calimero 4, presso l’istituto Cimabue, si terrà il Mercatino di abbigliamento vintage a favore dell’associazione Anna Biagi Rubini. L’associazione, intitolata alla memoria della figlia di Enzo Biagi scomparsa oltre 10 anni fa, sostiene i ragazzi che abbandonano il percorso
Continua a leggere...  

Qui non si lotta per interesse

In una delle mie svariate conversazioni con chi cerca di convincermi a “tornare” (come se me ne fossi andato da qualche parte), è emerso un argomento curioso: “ma ti conviene davvero portare avanti WikiMafia? Potrebbe danneggiarti politicamente.” Santa pace: restar fedeli ai miei ideali di libertà, democrazia, giustizia sociale, pace, solidarietà, lavoro senza sfruttamento e
Continua a leggere...  

Solo in #Italia

La penso esattamente come Claudio Riccio, che ha scritto: In Italia è possibile che un ricco finanziere che vive a Londra ed è molto attivo nella finanza speculativa con il suo ricchissimo hedge fund (di quelli che hanno provocato la crisi economica mondiale), pretenda con saccenza di spiegarvi cosa siano le ingiustizie e di chi
Continua a leggere...  

#SaveTheDate, martedì 5 novembre a #TOG

Segnalo per gli affezionatissimi lettori che martedì 5 novembre, alle ore 17:00, verrà inaugurata la terza edizione di Together to Shop, mercatino benefico a sostegno della Fondazione TOG. In Via dell’Orso 8, a Milano, potrete comprare capi firmati e tante altre belle cose per sostenere un vero e proprio Centro di Eccellenza per la riabilitazione di bambini
Continua a leggere...  

La cosa più grave

In merito alla telefonata del ministro della giustizia per rendere più rapide le pratiche per gli arresti domiciliari di Giulia Ligresti, la cosa più grave non è tanto la telefonata in sé, quanto che non si capisca di aver fatto una cosa grave. Anzitutto perché nella medesima condizione di Giulia Ligresti ci sono migliaia di
Continua a leggere...  

La Candela e il Buio

Leggo sui giornali frasi sconsolate per il ritorno dell’ora solare, del tipo: “Da domani si dormirà un’ora in più, ma si avrà un’ora di luce in meno.” Non vorrei dire, ma in Italia è dalla fine della Resistenza che a malapena possiamo permetterci una “candela” per fare un po’ di luce. E negli ultimi 20 hanno
Continua a leggere...  

Prendo Partito

Eh, sì, proprio così. Il vostro prende Partito. Nel pregustarmi la vostra faccia sbigottita e per dimostrarvi che non sono pazzo, vi posto l’art. 54 del Partito che ho deciso di prendere. Ogni membro del Partito […] deve comprendere che a lui guardano i compagni di lavoro e di studio, i vicini di casa, i
Continua a leggere...  

#Sedriano, voi dov’eravate?

Oggi pomeriggio eravamo a Sedriano. Noi studenti antimafiosi della Statale di Milano. WikiMafia, Stampo Antimafioso, OndAntimafiosa (dal mare forza 7 del viaggio a Palermo, per intenderci). Gli altri giovani dell’antimafia lombarda (quelli sempre in prima fila quando c’è da sventolare una bandiera, per intenderci)? Non pervenuti. Eravamo gli unici. Fortuna che c’erano quelli degli altri
Continua a leggere...  

Vita da Ester. E una preghiera ai direttori di giornale

Sedriano, in provincia di Milano, è stato sciolto per infiltrazione mafiosa. E’ il primo della storia della Lombardia. Chiaramente, ora ne parlano tutti i media nazionali e (soprattutto) locali. Prima che Lor Signori giornalai con il tesserino in tasca da giornalisti si accorgessero che la Mafia al Nord esiste (a proposito, niente da dichiarare Mr
Continua a leggere...  

Del Protagora e della vergogna

Nel Protagora, Platone riporta il grande mito sulla costituzione delle Polis. Per farla breve, Zeus dona agli uomini due virtù, affinché possano costituire le città e amministrarle con “sapienza politica”: il senso della giustizia (Dike) e il senso della vergogna (Aidòs). Letteralmente sarebbe solo giustizia e vergogna/pudore, ma vengono in questo caso tradizionalmente tradotti così.
Continua a leggere...  

Con Occhetto a Montale

Venerdì 18 ottobre, alle 21:00, sarò a Montale, in provincia di Pistoia, a presentare “Casa per Casa, Strada per Strada” con Achille Occhetto (che presenterà il suo “La Gioiosa Macchina da Guerra”). Chiaramente, il focus sarà su Enrico Berlinguer. Maggiori info tra qualche giorno sempre su enricoberlinguer.it, sezione eventi (non so ancora esattamente dove si terrà
Continua a leggere...  

Consigliato dai librai #Mondadori

L’amico e compagno Pasquale Videtta mi manda questa foto in cui il libro di Enrico Berlinguer, curato dal vostro amatissimo, si troverebbe tra i libri consigliati “dai librai di questa libreria“. Quale libreria? Niente popò di meno che la Mondadori del centro commerciale di Roma Est. Che dire? Fa piacere assai.
Continua a leggere...  

L’acqua, l’uovo e il vino

Ti svegli, un orario non molto compatibile con alte attività intellettuali, ma ti tocca, c’è lezione. Ma c’è anche manifestazione, cosa che non hai calcolato, quindi trafelato arrivi in classe e con le palpebre che si chiudono provi a seguire la lezione di economia in inglese, cosa che per fortuna riesci a fare grazie all’argomento
Continua a leggere...